Perché siamo intervenuti
Per effetto di una contrazione della domanda oltre ad un differente approccio strategico sulla produzione termoelettrica da carbone, l’attività nella centrale di Vado Ligure (Sv) ha dovuto cessare, ed è stato necessario ricercare una soluzione di continuità industriale per il complesso produttivo e per i circa 100 dipendenti coinvolti.

Come siamo intervenuti
–    Analisi di fattibilità e progetto di reindustrializzazione;
–    Ricerca nazionale ed internazionale di imprenditori potenziali subentranti;
–    Assistenza nell’ideazione dell’operazione e nella definizione della relativa struttura;
–    Assistenza nelle attività di due diligence;
–    Assistenza nello svolgimento delle negoziazioni con le varie controparti coinvolte;
–    Attività di supporto alla ricollocazione su base collettiva ed individuale.

Il risultato
Un operatore che ricopre un ruolo primario, in ambito nazionale ed internazionale, nel campo del sollevamento, dei lavori aerei a mezzo piattaforme e dei trasporti eccezionali ha presentato il progetto più interessante per il subentro nella totalità dei lotti ed ha riassorbito il personale che ancora non si era ricollocato. Le nuove aree acquisite generano un impatto positivo sul lavoro per gli interventi di ristrutturazione e costruzione che saranno realizzati, nei primi 18 mesi. Nel quinquennio il subentrante prevede inoltre di assumere almeno altre 50 persone e di produrre un indotto di occupazione per almeno 160 persone.