Perché siamo intervenuti
A causa di una contrazione dei volumi, l’attività nello stabilimento di Ortona ha dovuto cedere. È stato necessario ideare la continuità industriale per il complesso produttivo e per i 130 dipendenti coinvolti.

Come siamo intervenuti
–    Analisi di fattibilità e progetto di reindustrializzazione;
–    Ricerca nazionale ed internazionale di imprenditori potenziali subentranti;
–    Assistenza nell’ideazione dell’operazione e nella definizione della relativa struttura;
–    Assistenza nelle attività di due diligence;
–    Assistenza nello svolgimento delle negoziazioni con le varie controparti coinvolte.

Abbiamo affrontato diverse complessità: nel contesto lavorativo era presente un sindacato molto attivo e restio al cambiamento, non c’era un contesto imprenditoriale dinamico e lo stabilimento produttivo aveva caratteristiche che non hanno favorito il percorso di subentro.

Il risultato
Abbiamo individuato alcuni imprenditori con piani industriali compatibili con la realtà produttiva, ma i valori immobiliari in gioco si sono rivelati troppo alti per concludere il piano di subentro. La nostra attività ha comunque favorito i processi di riassorbimento del personale a Bologna e in altri territori. In questo modo abbiamo agevolato la cessazione dell’attività e il ricollocamento dei lavoratori.